La Parrocchia di San Biagio

La chiesa di S. Biagio è l'attuale chiesa parrocchiale.
Costruita in stile tardo gotico-aragonese nella prima metà del 1400, conserva tracce della struttura primitiva nel campanile e nel portale principale. La chiesa fu ristrutturata in maniera sostanziale soprattutto nella parte posteriore, dove, tra la fine del 1700 e gli inizi del 1800, per ordine dell'arcivescovo Cadello, venne eretta la cupola.


Durante il 1943-44 subì gravi danni al tetto e alla cupola a causa degli eventi bellici.
da ComuneLa chiesa ha forma di croce latina, distinta in tre navate e coperta da volta a botte. All'incrocio della navata centrale e del transetto sorge la cupola su tamburo poligonale. All'interno vi sono nove altari, tra cui spiccano quello maggiore in marmi policromi ad intarsio, l'altare dedicato alla Madonna del Rosario nella cappella appartenuta all'omonima confraternita, e l'altare dedicato a S. Efisio, ove si trovano due scudi gentilizi, che riportano la data del 1747, provenienti dalla demolita chiesa cagliaritana di San Francesco a Stampace.
Sono inoltre presenti alcune pregevoli statue lignee, tra le quali una di San Biagio del XVI secolo, una di S. Efisio del XVIII secolo ed una di San Giuseppe.

La parrocchiale di San Biagio fu solennemente consacrata in epoca relativamente recente, il 17 marzo 1914, dall'arcivescovo Mons. Francesco Rossi.

 

 

>> Visualizza la galleria fotografica

Data di ultima modifica: 21/02/2017


Visualizza in modalità Desktop